Valentina Sassi, la vincitrice della medaglia di bronzo dei giochi olimpici del Mediterraneo nel 2001, ad oggi è un coach professionista in Florida – Miami, molto apprezzata e preparata che è alla ricerca di giocatori di tennis da poter provare a portare in alto nella classifica internazionale WTA e ATP.

La regina degli assoluti d’Italia, in una nota stampa, spiega che non solo uomini come Paul Annacone che ha allenato Sampras, Henman e Federer ; Larry Stefanki con i suoi McEnroe, Rios, Kafelnikov, Fernando González e Roddick ; Franco Davin che allena Juan Martin Del Potro, Riccardo Piatti, Claudio Pistolesi con Soderling ; Massimo Sartori e Seppi ; Umberto Rianna coach di Starace ; Pablo Martin che segue Fognini ; Fabrizio Fannucci allenatore di Volandri ; Marian Wajda con Djokovic possono essere grandi coach, ma questa professione può essere svolta in maniera eccellente anche dalle donne come Natalie Tauziat (finalista Wimbledon) che allena Eugenie Bouchard e Alina Jidkova 51 WTA 2005 che allena Galina Voskovoeva.

In particolare, Valentina Sassi, vuole dimostrare che con il suo metodo di lavoro è in grado di portare l’atleta tra i top al mondo.

La base del suo metodo sta nell’analizzare scrupolosamente il problema del tennista, studiare i suoi errori e lavorare assiduamente fino a quando non viene completamente eliminato l’errore tecnico.

Per vincere, secondo Valentina Sassi, non serve solo la potenza ma dev’esserci una tecnica perfetta e una grande forza mentale.

L’idea della coach Sassi è quello di fare in modo che ogni colpo sia intelligente e quindi vincente.